3 settembre 2011

Suha Klobasa (la salsiccia secca slovena)

E' un piccolo salame da taglio, secco e affumicato, strettamente imparentato col tirolese Kaminwurz.
salsiccia secca slovena
La lavorazione grossolana e di stampo casereccio si riflette anche nel suo
aspetto esterno, piuttosto irregolare e bitorzoluto, com'erano un tempo
tutti i cacciatorini fatti in casa dai contadini nell'arco alpino.
La salsiccia secca è un salametto da taglio stagionato, affumicato e conservato all'aria che fa parte della tradizione slovena.
Naturalmente è a base di maiale (ma oggi anche misto maiale-manzo) e si caratterizza per essere addizionato con dosi generose di lardo.
La lavorazione a grana grossa rende particolarmente evidente la componente grassa
suha klobasa
Questo salametto da taglio richiama il sudtirolese Kaminwurz, che però
è più compatto, a grana più fina e molto meno grasso.
le cui grosse macchie bianche spiccano sullo sfondo della carne come se il lardo fosse stato tagliato a piccoli pezzi con un coltello anzichè essere macinato.
Ha delle assonanze con il sudtirolese Kaminwurz, che però è più affumicato e più compatto, quasi duro e resistente al taglio, mentre la suha klobasa si mantiene più morbida.
Tra i produttori che seguono anche oggi la formula "solo maiale" c'è il salumificio "Celjske Mesnine" di Celje che è attivo dal 1899 e produce anche la linea di insaccati tipici locali "Z'dežele". La sua salsiccia secca è fatta con carne di maiale e aggiunte di pancetta, sale, spezie, destrosio, antiossidanti E316 e E300, conservante E250.

Nessun commento:

Posta un commento