20 febbraio 2017

L'antico albergo "Villa Schubert" di Ika

Risale alla fine dell'Ottocento, anni in cui la costa di Abbazia era molto alla moda fra le teste coronate austroungariche.
hotel villa schubert ika
Il vecchio albergo nel suo aspetto originario, quando i tavolini davano di-
rettamente sull'acqua. Quasi subito arrivò anche la tram di abbazia opatija.
hotel villa schubert ika
Le linee del vecchio "Hotel Schubert" sono ancora perfettamente leggibili nel fabbricato odierno. Il molo è stato ricostruito un poco più a sinistra e i tavolini all'aperto sono stati arretrati di qualche metro per fare spazio alla passeggiata a mare che congiunge Laurana ad Abbazia e Volosca e passa proprio qui davanti, ma per il resto ci siamo.
Fu costruito a fine Ottocento, proprio al centro della baia di Ika, piccolo villaggio di pesca-tori che ospitava anche un cantiere per la costruzione di piccole barche e era dotato di un molo di attracco.
Dava direttamente sulla spiaggia e venne rapidamente affiancato da una depen-dance, la "Pension Krone", il cui corpo di fabbrica appare oggi dipinto in azzurro.
hotel villa schubert ika
Nei suoi anni migliori Ika era servita dalla tramvia Mattuglie-Laurana,
che fece  servizio dal 1908 al 1933. I piatti della tradizione sono ancora
nel menù, dai rasnici ai cevapcici e poi alle  palacinche.
Dal 1858 si arrivava como-damente in treno da Vienna a Trieste con la nuova "ferrovia meridionale".
Poi, a partire dal 1873, entrò in servizio l'importante deriva-zione che scendeva da San Pietro in Carso (in sloveno Pivka, in tedesco Sankt Peter in Krain) a Fiume e infi-ne, a partire dal 1908, i bene-stanti turisti della Belle Épo-que ebbero anche a dispo-sizione una moderna tramvia che da Mattuglie scendeva fino
La baia di Ika all'imbrunire con al centro la sagoma gialla dell'albergo.
Sul lato mare le camere si affacciano sulla baia e (soprattutto) sulla for-
midabile passeggiata a mare.
a Abbazia e Laurana: c'era una fermata proprio alle spalle dell'Hotel Schubert.
Nella Yugoslavija di Tito ha operato sotto il nome di "Hotel Ika" e poi, negli anni della "nuova Croazia" é stato com-pletamente ristrutturato.
Dalla fine del 2014 riprende il nome di "Schubert", che rimanda allo splendore della vecchia compagine austro-ungarica.

Nessun commento:

Posta un commento