8 marzo 2018

La strada del latte che scendeva fino a Fiume città

Le mlekarice scendevano in città dalle colline di Grobnik e seguivano questo percorso, che era più un sentiero che una strada. Col tempo venne chiamato mlikaričin put, il sentiero delle mungitrici.
mlekarice
Inizialmente trasportavano i contenitori in cesti di
vimini, più tardi sostituiti da zaini: "A destra ghe
se via Branchetta a sinistra via Trieste. Le mlecarize
che ne portava el latte a casa."
.
Era il percorso che da Hrastenica, sopra Tersatto,  scendeva a Orehovica e poi in città.
Una via del latte che scorreva dai pascoli di Grobnik fino al centro di Rijeka e che si è prosciugata alla fine degli anni '90, quando l'ultima delle mungitrici scomparve.
Prima che gli autobus collegassero la città con il suo entroterra, queste donne vi si recavano a piedi, con percorsi lunghi fino a 15 chilometri all'andata e altrettanti al ritorno.
Oltre al latte, portavano anche legna in città, per venderla come legna da ardere. E poi a casa, per la stessa strada. 
Oggi c'è una scultura che le celebra, in piazza Mljekarski, nel centro di Rijeka.
E' stata modellata su una persona reale, la Antonija Reljac del villaggio di Podhum (sì, proprio quello della strage).
Tiene in mano una lampada a petrolio perché si avvia nel suo viaggio verso Rijeka durante la notte, mentre la gente sta ancora dormendo.
A proposito: mlijeko significa latte.
mlekarize mlekarizze
"Era donne in gamba che gaveva i mariti che navigava e lore deveva mandar avanti la baraca e i fioi. Vegnindo zo da Gromico le guciava le calze e le maje. Le veniva anche da noi in Belveder. Noi abitavimo in quarto pian, le lasava in porton el cesto e nisun non ghe tocava... la ne portava late, buro, qualche ovo... Brave, brave e oneste le nostre mlekarice!" (citazioni dal gruppo "Un fiume di fiumani" in Facebook)

Nessun commento:

Posta un commento