5 aprile 2016

Il piccante Liptauer, che era così di moda a Trieste

Più che un formaggio è una crema al formaggio, da consumare spalmata sulle fette di pane. E' di origine slovacca ma nella vecchia Trieste era molto apprezzato.
Liptauer
Il nome "Liptauer" rimanda alla regione di Liptov, nel nord della Slovac-
chia (Liptau in tedesco, Liptó in ungherese), dove si produceva un for-
maggio di pecora a pasta molle, senza crosta e dal sapore deciso, chia-
mato bryndza. Era insaporito con paprika, cipolla tritata, prezzemolo,
senape e altri aromatizzanti. Nel mondo asburgico era ben conosciuto
in quelle taverne popolari dove si mangiava e si beveva alla grande e
dove veniva servito come spuntino.
E' un impasto fatto di for-maggio cremoso, paprica, bur-ro, erbe aromatiche, cipolla, capperi, senape e cumino.
Fa parte delle tradizionali pastelle al formaggio assai diffuse nei paese austro-ungarici e mitteleuropei, dove troviamo ad esempio la Obatzda bavarese.
A Trieste questa contamina-zione fra la cucina slovacca (slovacco Šmirkáš), quella ungherese (Hungarian Liptói Turo o Körözött), e quella austriaca era ben conosciuta, specie nelle taverne popolari

Nessun commento:

Posta un commento