5 aprile 2012

Le uova di Pasqua in Slovenia

uova di pasqua colorateLa mattina del sabato che precede la Pasqua cristiana i bambini dipingono le uova sode pasquali (in sloveno pirhi) che poi saranno nascoste fuori casa, all’aperto.
Si tratta di un rituale che si ripete con piccole varianti in tutta l'area tedescofona dell'arco alpino, come ad esempio in Sudtirolo e che da qui sconfina fino in area ortodossa. 
La tradizione vuole che sia l’Hosterhase, il coniglio pasquale, a nasconderle nei dintorni e che i bambini debbano cercarle intorno a casa fino a trovarle. 
Nella parte orientale della Slovenia le uova remenke sono decorate a motivi floreali complessi decorati a graffito, ovvero lo sfondo viene colorato a colori vivaci e i disegni vengono poi realizzati graffiando via il colore. Al sud le pisanice vengono decorate con la cera creando bellissimi disegni. 
Tra i colori ricorrenti in questa particolare attività artistica troviamo il verde, il rosso e il giallo, molto utilizzati in quanto colori vivaci, legati alla natura e alla primavera. 
Tra i simboli, un cerchio con al centro un puntino è la rappresentazione del sole, mentre un rombo simbolizza fertilità e un’onda stilizzata è chiaramente la rappresentazione dell’elemento dell’acqua. 
Un altro rituale molto diffuso è la realizzazione delle butarice pasquali, mazzetti di fiori secchi o finti ma sempre coloratissimi; nella Galizia slovena e nelle zone orientali dell’Italia chiamate prait. Questo simbolo viene benedetto in chiesa proprio come avviene con le fronde d’ulivo durante la Domenica delle Palme.

Nessun commento:

Posta un commento